Certificazione attività sportiva e amatoriale: un utile vademecum

1491

Alla luce delle ultime linee guida emesse dal Ministero della Salute sul rilascio della certificazione per l’idoneità alla pratica di attività sportiva non agonistica, ecco aggiornato il quadro completo della normativa in tema di certificazione per attività sportiva e amatoriale. ATTIVITA’ AMATORIALE: fa riferimento ad un’attivita’ ludico-motoria praticata da soggetti non tesserati a Federazioni sportive o Enti riconosciuti dal CONI, caratterizzata dall’essere individuale o collettiva, non occasionale, finalizzata al raggiungimento e mantenimento del benessere psico-fisico della persona (per esempio nuoto libero o palestra) Non vi è obbligo di certificazione, nè obbligo di controlli medici periodici. ATTIVITA’ SPORTIVA NON AGONISTICA: Fa riferimento a quella praticata da: – alunni che svolgono attività sportive organizzate dalla scuola nell’ambito delle attività parascolastiche; – coloro che svolgono attività organizzate dal CONI e dagli Enti e Federazioni riconosciute dal CONI, ma non devono essere riconosciuti come atleti agonisti (secondo i criteri del DM18 febbraio 1982) – coloro che partecipano ai giochi sportivi studenteschi nelle fasi precedenti a quella nazionale. L’idoneità può essere rilasciata dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta, relativamente ai propri assistiti, o dal medico specialista in medicina dello sport, ovvero dai medici della Federazione medico sportiva italiana del CONI. Ai fini del rilascio della certificazione, è necessario quanto segue: – anamnesi ed esame obiettivo, completo di misurazione della pressione arteriosa (per tutti). – ECG a riposo, effettuato almeno una volta nella vita (per tutti). – ECG basale, debitamente refertato, eseguito con periodicità annuale, 1) per ultra-sessantenni con ulteriori fattori di rischio cardiovascolare e 2) per coloro i quali sono affetti da patologie croniche comportanti un aumentato rischio cardiovascolare (indipendentemente dall’età) Spetterà al medico certificatore valutare, secondo il proprio giudizio clinico, se avvalersi di un test da sforzo massimale o di ulteriori accertamenti mirati in base alle patologie del paziente, oltre che della consulenza specialistica del medico dello sport o dello specialista di branca. Il medico certificatore è tenuto a conservare copia di tutti i referti delle indagini diagnostiche eseguite, per la durata di validità del certificato. La validità della certificazione è annuale. ATTIVITA’ AD ELEVATO IMPEGNO CARDIOVASCOLARE: è quella praticata da tutti i non tesserati alle Federazioni sportive nazionali, alle Discipline associate, agli Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI relativamente a manifestazioni non agonistiche o di tipo ludico-motorio, patrocinate dai suddetti organismi (Le manifestazioni non agonistiche o di tipo ludico-motorio caratterizzate da particolare ed elevato impegno cardiovascolare sono le manifestazioni podistiche di lunghezza superiore ai 20 Km, il granfondo di ciclismo, di nuoto, di sci di fondo o altre tipologie analoghe.) L’idoneità può essere rilasciata dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta, relativamente ai propri assistiti, o dal medico specialista in medicina dello sport. Per il rilascio dell’idoneità è obbligatorio il controllo medico comprensivo della rilevazione della pressione arteriosa, di un elettrocardiogramma basale, di uno step test o un test ergometrico, con monitoraggio dell’attività cardiaca ed altri accertamenti che il medico certificatore potrà ritenere opportuni in base al proprio giudizio clinico del singolo caso. Il certificato ha validità annuale o inferiore, in base al giudizio clinico del medico certificatore. ATTIVITA’ SPORTIVA AGONISTICA: attività praticata continuativamente, sistematicamente ed esclusivamente in forme organizzate dalle Federazioni sportive nazionali, dagli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI e dal Ministero dell’Istruzione, per quanto riguarda i Giochi della Gioventù a livello nazionale.Tale attività ha lo scopo di conseguire prestazioni sportive di elevato livello. La qualificazione sportiva agonistica, anche in base ai limiti di età, è stabilita da ogni singola Federazione sportiva e dagli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI. La certificazione viene rilasciata esclusivamente dai medici specialisti in medicina dello sport presso i centri pubblici o privati accreditati. La validità della certificazione è di norma di un anno dalla sua emissione, salvo che per alcuni sport, per i quali vale due anni (ad esempio per le bocce, il golf). Per quanto riguarda i medici di Medicina Generale ed i Pediatri di libera scelta l’obbligo di conservazione dei documenti può essere assolto anche dalla registrazione dei referti nella scheda sanitaria individuale informatizzata, ove attivata.